Il focus nel campo di ricerca dell'ablazione laser è l'indagine sperimentale di processi laser a impulsi ultracorti (USP) con la lavorazione degli utensili come applicazione principale. Un laboratorio attrezzato con laser ns e ps in classi di potenza da 5 W a 200 W e lunghezze d'onda da 355 nm a 1064 nm consente la lavorazione di molti materiali convenzionali e straordinari.


Lavorazione di grani diamantati e inserti da taglio ultra duri

Oltre alla lavorazione laser di utensili con bordi di taglio geometricamente indefiniti, vengono lavorati anche inserti di taglio e piccoli utensili di fresatura e foratura in materiali ultraduri come diamante naturale, diamante policristallino (PCD), nitruro di boro cubico (CBN), ecc. La lavorazione di questi ultimi materiali è possibile solo con laser a impulsi ultracorti in quanto consentono l'ablazione per sublimazione senza un significativo flusso di calore al reticolo cristallino. Per questo motivo viene anche chiamato "processo laser a freddo".


Produzione di micropunte

Per la produzione di utensili di foratura o fresatura in metallo duro con diametro D < 500 µm, i laser a impulsi ultracorti sono particolarmente adatti per via del processo privo di forze e delle ridotte temperature di lavorazione. La rugosità superficiale ottenibile è paragonabile a quella ottenuta con i processi di rettifica.

Lasergefertigtes Hartmetall-Werkzeug
Fresa in metallo duro (d=1mm) prodotta con lavorazione al laser ad impulsi ultracorti